Animali al Seguito

L'accesso in aeroporto agli animali domestici è consentito nel rispetto delle norme di igiene e di sicurezza. 

I cani devono essere condotti al guinzaglio e dotati di museruola, oppure devono essere tenuti all'interno di adeguati ed appositi contenitori.

È, inoltre, obbligatorio che gli incaricati alla custodia degli animali domestici siano muniti di tutto il necessario per la pulizia e l'asportazione delle deiezioni animali.
Prima di effettuare la prenotazione del volo occorre verificare eventuali limitazioni al trasporto di animali domestici direttamente sul sito web della compagnia aerea prescelta.


Trasporto animali

Al momento della prenotazione è necessario comunicare alla compagnia aerea la presenza di un animale, al fine di accertarsi che il trasporto dello stesso sia consentito.  E', altresì, importante verificare le regole di trattamento degli animali accettate nei vari Paesi di destinazione (alcuni Paesi prevedono un periodo di quarantena che può arrivare fino a tre mesi).
Come regola generale, gli animali devono essere vaccinati contro le principali malattie e devono essere dotati del libretto sanitario e del certificato di buona salute.
Solitamente le compagnie aeree (ma non tutte) consentono ai cani di piccola taglia di viaggiare in cabina, purchè custoditi in apposite gabbie con fondo impermeabile (dimensioni non superiori a 47x25x32 cm, per il trasporto di animali non oltre i 10 Kg di peso).
Gli animali con un peso superiore ai 10 Kg dovranno, invece, viaggiare in stiva, sempre all'interno di apposite gabbie.

Visita il sito internet del Ministero della Salute per maggiori informazioni sulle regole di trasporto degli animali.


Casi particolari

Alcune specie animali (tipo uccelli, pesci, rane, tartarughe terrestri) possono essere introdotte in Italia solo se accompagnate del certificato d'origine rilasciato dal Paese di provenienza. Per le specie protette (pappagalli, tartarughe acquatiche, pesci ornamentali) è necessario esibire il certificato CITES (autorizzazione all'esportazione).


Cani per non vedenti

I cani guida per non vedenti vengono imbarcati col passeggero, purchè muniti di museruola e guinzaglio, con l'obbligo di segnalarne la presenza alla compagnia aerea all'atto della prenotazione.
Cane e padrone saranno imbarcati per primi e sistemati adeguatamente all'interno dell'aeromobile.